I Numenera

cyphe

In Numenera uno degli elementi più affascinanti e sorprendenti sono proprio i Numenera.

I lasciti dei vecchi mondi, siano essi congegni, vasti agglomerati di macchine, paesaggi alterati e cambiamenti apportati alle creature viventi da antiche forze, o ancora gli invisibili spiriti nanotecnologici che fluttuano nell’aria sotto forma di nubi, chiamate Vento di Ferro, le informazioni trasmesse nella data-sfera e i resti di visitatori da altre dimensioni e pianeti alieni, sono tutti conosciuti con l’appellativo di numenera. Nel Nono Mondo i numenera sono sia una benedizione che un flagello; rendono la vita molto diversa rispetto a ogni altra era trascorsa della terra. 

A sud del vasto e unico continente del Nono Mondo si trova un insieme di stanziamenti chiamato da tutti Il Baluardo. Sebbene ciascuno dei regni e dei principati del Baluardo abbia un suo sovrano, tutti rispondono all’autorità del Patriarca d’Ambra, capo dell’Ordine del Vero, un’organizzazione di Ministri degli Eoni che vanta grande rispetto nella regione. Il Patriarca d’Ambra è il regnante più influente del Baluardo sebbene, almeno formalmente, non detenga alcun potere temporale. L’Ordine del Vero riverisce gli antenati e la loro sapienza con convinzione e devozione quasi religiose. È un culto consacrato alla scienza. 

Nelle profondità delle terre selvagge giace invece L’Oltre, dove villaggi e comunità sono cosa rara. Lì i Ministri degli Eoni continuano a studiare i segreti del passato reclusi in enclavi isolate. Questi ministri prestano scarsa, o nessuna, attenzione ai diktat del Patriarca D’Ambra e sono considerati estranei all’Ordine del Vero. Come le lande in cui vivono, e le enclavi in cui conducono i loro esperimenti, sono appartati: ciascuno di essi è un’isola.

Le reliquie del passato vengono generalmente suddivise, da quanti le conoscono, in tre categorie: artefatti, crypto e arcani.

ARTEFATTInumenera-sir-arthours-compendium-7

Gli Artefatti sono apparecchiature solitamente ingombranti che possono essere usate più di una volta per riprodurre gli stessi risultati. Una cintura che genera uno scudo di forza protettivo e un aliante in grado di trasportare persone e carichi costituiscono ottimi esempi di artefatti. Il termine viene impiegato di solito per descrivere un oggetto con una finalità relativamente intuibile, un’arma, uno strumento di difesa o di trasporto, un mezzo di comunicazione o per apprendere nuove informazioni, ottenere cibo o altri rifornimenti. Gli artefatti rendono chi li usa più potente e gli semplificano la vita.

CRYPTO

I Crypto sono congegni minori, generalmente di piccole dimensioni, da cui la maggior parte delle persone è in grado di trarre un singolo risultato. Una volta esauriti diventano orpelli o curiosità. Un’iniezione che rigenera i tessuti danneggiati di una creatura vivente o un oggetto maneggevole che diventa un’arma esplosiva dalla forza tremenda sono entrambi crypto. Le radiazioni e le frequenze armoniche che emanano anche in forma latente, se ammassati, li rendono nocivi per la vita umana.

numenera-character-options-2-05-mirco-paganessiARCANI

Né artefatti né crypto, gli Arcani sono compresi in una categoria a sé stante. Non hanno un ruolo evidente, ma potrebbero essere utilizzati in un’infinità di modi curiosi, se non addirittura divertenti. L’inserto cristallino di una lastra metallica che mostra immagini peculiari, una scatola con tre campane che suonano ad orari imprevedibili: non tutto ciò che proviene dai mondi precedenti può essere compreso e, in effetti, nel Nono Mondo è così per la maggior parte delle cose.